#BOOK î Bödeln º eBook or E-pub free

1933 Swedish The book ponders the existence of an executioner in the time of the middle ages juxtaposed with the present 1930s seemingly a fascist state He is feared in the past while honored in the present I very much enjoyed the portion depicting the middle ages a very gloomy but natural flow of stories and sensations In contrast the present time was a surreal exposition of hero worship, racism, violence and bizarre turns in the story It was quite surreal As usual the theme of death and existence prevail part of Lagerkvist s focus on humanity A peculiar story, but one that lingers in one s mind. . #BOOK ⚞ Bödeln Ä Silenzioso E Cupo, Il Boia Seduto A Bere In Fondo Alla Taverna Nella Penombra, Alla Luce Vacillante Della Candela, Si Intravede Appena La Sua Figura Imponente China Sopra Al Tavolo, La Mano Sulla Fronte Marchiata A Fuoco, Il Vestito Rosso Sangue Intorno, Il Chiassoso Vociare Da Osteria Gli Avventori Parlano, Ridono, Litigano, Bevono Le Loro Birre, Raccontandosi Storie Di Brigantaggio, Di Magia, Di Esecuzioni, E Perfino Storie D A Sul Patibolo Ma, Nonostante Il Suo Ostinato Silenzio, Il Suo Sguardo Fisso Fuori Dal Tempo, Nel Buio , Il Boia Il Vero Protagonista A Lui Che Sono Rivolti I Racconti, Al Potere Demoniaco Che Attribuiscono A Chi Sta Cos Vicino Al Male Che Si Inchinano Con Ti I Presenti Ed Ancora La Sua Inquietante Figura Silenziosa, Non Pi Temuta, Ma Riverita E Adulata, Che Resta Al Centro Della Scena Quando Improvvisamente La Sala Si Affolla Di Gente Elegante, Coppie Di Ballerini Scivolano Fra I Tavoli Al Suono Di Una Musica Jazz E La Taverna Medievale Si Trasforma In Un Locale Alla Moda Nella Germania Degli Anni Trenta Libro Di Battaglia , Definiva Lagerkvist Il Boia Scritto Nel , L Anno Della Salita Al Potere Di Hitler, Accolto In Patria Con Fastidio, Censurato In Italia, Criticato In Germania Come L Opera Di Un Lacch Giudeo , Resta La Denuncia Profetica Di Una Barbarie Che Ha Nella Violenza, Nella Sopraffazione, Nell Esaltazione Della Guerra, Nello Sterminio Dei Diversi Il Proprio Fondamento Ideologico Ma Nel Monologo Finale Del Boia Che Lagerkvist Esce Dal Dramma Simbolico Per Dar Voce, In Pagine Di Intensa Poesia, A Uno Dei Suoi Grandi Protagonisti, I Suoi Spiriti Erranti, Cui La Dolcezza Del Vivere Proibita, E Solo L Incomprensibile Miracolo Dell A Di Una Donna Consente Di Andare Avanti, Condannati Al Tormento Dell Eternit N Quel Pazzo Predicatore Di Pace Che Un Giorno Ha Dovuto Crocifiggere, N Quel Dio Inerte Dal Volto Di Pietra A Cui Andato A Gridare La Sua Ribellione, N L Umanit Che Dalle Origini Gli Chiede Solo Lacrime E Sangue Lo Libereranno Mai Dal Suo Destino Fino Alla Fine Dei Tempi Dovr Portare Sulle Sue Spalle Il Peso Delle Colpe Dei Millenni Di Storia Umana , o,,. Libro breve ma molto intenso in cui l autore denuncia la natura dell uomo inevitabilmente attratta dal male, elemento generatore di guerre e omicidi Dio indifferente al destino degli uomini e l autore non vede possibilit di salvezza nella religione solo l a pu lenire la sofferenza e aiutare il Boia a continuare la missione di morte e distruzione di cui gli uomini lo hanno investitoEro con voi dal principio e vi seguir fino alla fine dei tempi.Quando la prima volta levaste lo sguardo al cielo e intuiste dio, io squartai per voi un fratello e glielo immolai.Ricordo ancora gli alberi agitati dal vento e il riverbero del fuoco che guizzava sui vostri volti, quando gli strappai il cuore e lo gettai nelle fiamme.Da allora sono molti quelli che ho sacrificato, agli dei e ai demoni, al cielo e agli abissi, colpevoli e innocenti, a schiere innumerevoli.Ho sterminato dalla terra popoli interi, ho saccheggiato e devastato regni.Tutto quello che avete preteso da me Perch devo reggere tutto il peso Perch deve gravare tutto su di me Tutta l angoscia e la colpa, tutto quello che voi avete commesso Perch tutto il sangue che avete versato deve gridare in me e non darmi mai pace Quando cala il buio mi accarezza sulla fronte e dice che il marchio del boia non c pi diversa da tutti gli altri, capace di amarmi. ,. This was my second, and final, P r Lagerkvist book.My first was Barabbas, and much like that novel, The Executioner is yet another simple tale of The Good The God Fearing vs The Evil The Godless , utterly void of any true conflict.Whereas Barabbas was mostly a cumbersome drag to work your way through, at least the first half of The Executioner offers quite a few laughs Granted, they re vicious laughs at the depicted stupidity of The Godless characters and their misguided and ill conceived thoughts and opinions It s cheap, ridiculous, incredibly obvious, and unfaceted, but it s fun to read.The latter half, however, descends into incredible in the literal sense of the word violence and stupidity, ending in a pathetically feeble and childish religious rant that runs about a tenth of the total pages count It s predictable, and it s way too easy It s logical given the writing and bizarre setup that precedes it, whollly illogical given common sense.As addendums to the bible, P r s simpleton writing might suffice, but as literature in the 21st century, it falls horribly short The world view portrayed and the points made are toe cringingly feeble, and there s close to zero dealing with anything but extremes bad vs evil and the psychology and the motives of the characters are hardly touched After all, you re either a Child of God or a Child of Satan there s no middle ground, or if there is, it s just a milder form of Being Godless, of Being Lost We all know how A Sinner works, right No point in addressing that No point in explaining motives, because either you do God s work or you do the Devil s Jesus Saves Oh, Christ Pun intended A good writer practices story and character development Lagerkvist replaces those with religious dogmas and stereotypes, who he then lets act out predictable worn out story arcs It s nauseating, and mildly provoking, in the sense that he s ultimately wasting your time while talking down on your intelligence Reading Lagerkvist reminds me of my now deceased aunt who had Down s syndrome She saw the world exactly like Lagerkvist does simply, matter of factly, and without nuances An Old Testament world controlled by Christian forces of good and bad, everything directly explainable by faith or a lack thereof Lagerkvist is as subtle and as delicate as the hammer of God.I don t mind religious texts What I do mind are self righteous, conservative and preachy texts such as the ones written by Lagerkvist They provoke me a bit, yes, but ultimate they just bore me And worse, they fail to enlighten, as they fail to challenge me.Ultimately it would appear that the joke s on me, since P r did receive a Nobel Prize for his works But to me, much like the Oscars, it s just a reminder that such prizes are given by just the few members of a board, and that like any other flawed human, those members may, and often will, celebrate undeserving people It would be fair to assume that in the early 20th century, the board would include quite a few bible bashing Christians than these days. Primo incontro con Lagerkvist, ma questo romanzo breve folgorante.Il boia, temuto, schernito, ma a qualcuno anche vezzeggiato e in un certo senso venerato , si ribella al suo ruolo che lo condanna come portatore di morte Il personaggio si trasfigura in tutti i boia che nei secoli hanno portato morte con un particolare riferimento alla morte di view spoiler Cristo e alla seguente ricerca di Dio per avere una spiegazione hide spoiler